Il Fondatore


Prof. Avv. Angelo V. Izar


(24 dicembre 1945 - 27 aprile 2013)


Nato e vissuto a Milano, dopo la maturità classica ha frequentato la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano, ove si è laureato cum laude all’età di 23 anni, discutendo una tesi in diritto del lavoro con la Prof.ssa Luisa Riva Sanseverino dal titolo «Il contenuto convenzionale del contratto collettivo di lavoro».

L’interesse e la passione per le materia del diritto del lavoro e del diritto sindacale - divenute poi oggetto della sua specializzazione anche nell’ambito della professione forense - lo hanno indotto a frequentare, dopo la laurea, l’Istituto di diritto del lavoro della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano. Negli anni 1971 e 1972 è stato assegnatario di una borsa di studio per ricerca e perfezionamento e, nel biennio accademico 1972/73 e 1973/74, di altra borsa di addestramento didattico e scientifico. Dal 1974 è stato assegnatario di un contratto quadriennale presso la cattedra di diritto del lavoro; ha poi conseguito il giudizio di idoneità per l’inquadramento nel ruolo dei ricercatori confermati e, con tale qualifica, ha prestato servizio presso l’Istituto di diritto del lavoro della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano, ove ha continuato a collaborare alle attività didattiche sotto la direzione dei titolari della cattedra di diritto del lavoro via via succedutisi (Prof.ssa Luisa Riva Sanseverino, Prof. Aldo Cessari, Prof. Ugo Carnevali, Prof. Luciano Spagnuolo Vigorita) e di diritto sindacale (Prof. Filippo Peschiera).

Dal 1974, con un gruppo interdisciplinare di ricercatori e studiosi, si è dedicato ad un vasto ed approfondito studio delle relazioni industriali: attività che è stata consacrata in quattro volumi editi nella Collana dei Quaderni di Storia diretta da Giovanni Spadolini per la Casa Editrice Le Monnier: il primo, dal titolo «Sindacato, Industria e Stato nel dopoguerra - Storia delle relazioni industriali in Italia dal 1943 al 1948»; il secondo dal titolo «Sindacato, Industria e Stato negli anni del centrismo - Storia delle relazioni industriali in Italia dal 1948 al 1958»; il terzo dal titolo «Sindacato, Industria e Stato negli anni del centrosinistra - Storia delle relazioni industriali in Italia dal 1958 al 1971»; il quarto dal titolo «Sindacato, Industria e Stato negli anni dell’emergenza - Storia delle relazioni industriali in Italia dal 1972 al 1983». Nel contesto di questi studi, si è in particolare occupato dell’evoluzione della legislazione del lavoro italiana e, più in generale, dei problemi inerenti all’intervento dello Stato nel campo delle relazioni industriali.

«Negli anni accademici 1997/1998, 1998/1999 e 1999/2000», ha avuto l’affidamento dell’insegnamento di diritto sindacale nella Seconda Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano, poi Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, presso la quale è stato professore aggregato di diritto sindacale; dall’anno accademico 2010/11 ha anche insegnato diritto del lavoro presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Nel corso della carriera accademica, ha dato un significativo contributo alla ricerca e all’insegnamento del diritto del lavoro, della legislazione sociale e del lavoro, del diritto sindacale e della legislazione antinfortunistica, ed è stato autore di numerose pubblicazioni nelle materie del diritto del lavoro e delle relazioni industriali.

Ha iniziato ad esercitare la professione forense nel 1970; dopo una lunga collaborazione con l’Avv. Enrico Radice, nel 1999, insieme ad altri professionisti esperti nelle discipline giuslavoristiche, ha fondato Izar & Associati.

E’ stato co-fondatore dell’Associazione Giovani Avvocati di Milano (AGAM) - oggi sezione milanese dell’AIGA (Associazione Italiana Giovani Avvocati) - e socio di importanti associazioni nel settore del diritto del lavoro e delle relazioni industriali, quali l’Associazione Italiana di Diritto del Lavoro e della Sicurezza Sociale (AIDLASS), l’Associazione Italiana di Studio delle Relazioni Industriali (AISRI) e l’Associazione Avvocati Giuslavoristi Italiani (AGI).

E’ stato docente nella Scuola di Alta Formazione in Diritto del Lavoro, patrocinata dall’AGI e dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Milano.

Nell’ambito delle relazioni sindacali ed industriali è stato, in particolare, arbitro designato dall’ARAN (Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni) per la composizione delle controversie nel pubblico impiego per la Lombardia e delegato del Prof. Marcello Fontanesi - già Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca - a presiedere la Delegazione di parte pubblica per la contrattazione collettiva decentrata in detta Università.

Ha presieduto numerosi Organismi di Vigilanza di importanti società.

Scomparso prematuramente, è ricordato da tutti come fine giurista e professionista di grande prestigio, dotato di raffinata intelligenza, onestà intellettuale e profondo senso di giustizia; ha amato la sua professione e l’ha svolta con passione, umanità e spirito di sacrificio, sapendo trasmettere i propri valori e le proprie conoscenze a coloro che hanno lavorato con lui ed imparato da lui.