Modifica di mansioni dipendenti

Quando la modifica di mansioni dipendenti è legittima. Nel corso della vita di un rapporto di lavoro subordinato, potrebbe essere necessario, per l’azienda, far cambiare mansione ad un dipendente. Si parla, in questo caso, di modifica di mansioni dipendenti. L’articolo 2103 c.c. parla di attribuzione della qualifica che deve essere data all’atto dell’assunzione. Tale qualifica viene attribuita andando a guardare le necessità dell’azienda che assume, le peculiarità del dipendente, cosa sa fare e cosa non sa fare, e dalle mansioni che egli svolge in maniera concreta. Secondo la legge, il datore di lavoro ha la possibilità di cambiare le mansioni svolte dai dipendenti e un eventuale rifiuto da parte di quest’ultimo deve essere valutato in base alla richieste che gli sono state rivolge dall’azienda datrice di lavoro e alla loro legittimità. Se le nuove mansioni non sono considerate equivalenti a quelle precedentemente svolte, allora i dipendenti possono rifiutarsi di adempierle in maniera legittima, senza che in tal caso emerga il concetto di “insubordinazione”. Se, al contrario, le nuove mansioni sono equivalenti e viene mantenuto il livello retributivo iniziale, allora la richiesta del datore di lavoro è legittima e il dipendente non può, per alcuni motivo, rifiutarsi di adempiere, altrimenti si profilerebbe il concetto di insubordinazione, il che andrebbe contro le basi del contratto di lavoro e farebbe entrare in “gioco” la possibilità di un licenziamento per giusta causa (soggettiva in questo caso, in quanto legata ad un comportamento disciplinare). In generale sono considerate legali tutte le richieste di modifica mansioni che mantengono inalterato il livello contributivo che il dipendente riceve e che non comportino un impoverimento della professionalità del dipendente. Contattaci subito per saperne di più sulla modifica di mansioni dipendenti o i rapporti di lavoro sportivo, lo studio Izar & Associati, saprà sicuramente darti il giusto aiuto.


Link Correlati :- Licenziamento dirigente, Licenziamento giusta causa, Inadempimento contrattuale, Licenziamento giustificato motivo, Rapporti di lavoro sportivo, Licenziamento collettivo procedura, Assistenza giudiziale in contenzioso contrattuale, Modifica di mansioni dipendenti, Tutela contro concorrenza sleale, Contratto di lavoro subordinato a tempo determinato.

Entra nel sito izar associati izar associati